Progetti in atto










PROGETTO CLUB  ITALIA “CAPITANO FRANCESCO DE NEGRI” 

Il progetto di propone di assegnare delle borse di studio a studenti meritevoli e in difficoltà socio economiche nel liceo di Limamoulaye a Dakar, in Senegal.

Si tratta di un noto Liceo storicamente affermato nel mondo dell’Educazione Senegalese che prepara larga parte dei giovani che diventeranno responsabili anche della “ RES PUBBLICA”. E’ frequentato da oltre 5.500 studenti, parecchi dei quali si trovano in gravi ristrettezze economiche familiari e sociali. Euridit, nel quadro dei principi di solidarietà e cooperazione che lo  ispirano, ha attivato un progetto per  sostenere il Club Italia “CAPITANO  FRANCESCO DE NEGRI” fondato per ricordare la figura ed i valori  testimoniati dal  Capitano De Negri, ucciso dai tedeschi nell’eccidio di CEFALONIA .

Vittima  della strage storicamente notissima, è stato ricordato dalla figlia Marcella intestando al Capitano il Club e le borse di studio che annualmente vengono assegnate ad alunni meritevoli e bisognosi perché in condizioni socio familiari gravissime. All’atto disumano subito  dal  padre, la figlia ha voluto contrapporre atti di fraternità e di solidarietà per ricordare ai giovani i fondamenti valoriali che hanno condotto il Capitano all’estremo sacrificio: l’amore per la Pace e per la  Democrazia ed il rispetto delle leggi.

Club Italia raccoglie attualmente circa 50  studenti che hanno scelto di studiare la lingua italiana nel loro curriculum di studi.  Il club li aiuta nelle conoscenza della storia d’Italia, nel confronto dei valori delle due costituzioni,  quella italiana e quella senegalese, e promuove la pace, la solidarietà e l’amore per la Democrazia, gemellando il club con altri Licei senegalesi.

Nell’anno scolastico 2016/2017 sono state assegnate 10 borse di studio  e nell’anno 2017/2018 sono state assegnate 11  borse. La selezione viene fatta su pubblico bando del Liceo e la valutazione delle domande presentate è effettuata  da una apposita commissione  composta dal Preside, dall’assistente sociale e da rappresentanti dei  professori e degli alunni oltre ai rappresentanti dal Club Italia “ Capitano Francesco De Negri” . Il conferimento avviene ogni anno  durante la festa di fine anno  indetta ed organizzata dal Club Italia per tutti  gli studenti del Liceo.


PROGETTO “SCUOLA PER LA VITA”

Il progetto si propone di seguire ed  aiutare i ragazzi in difficoltà  nelle  scuola, con particolare riferimento ad alunni  figli  di seconda generazione  di famiglie immigrate: dalle scuole elementari alle scuole superiori fino alla conclusione del percorso scolastico e oltre, se possibile.

Obiettivo del progetto è quello di  promuovere l’integrazione degli alunni  italiani ed immigrati sia nella scuola che nella società attraverso  la rimozione degli ostacoli che rendono difficoltoso il processo di apprendimento e di inserimento nelle  scuole italiane secondo i dettami  della Costituzione Italiana.

Gli  strumenti sono :

Gli alunni vengono seguiti anche dal punto di vista culturale e comportamentale, favorendo il loro inserimento sociale sia nella scuola che nella società . Il progetto prevede anche che, dopo l’espletamento delle  scuole superiori, i ragazzi vengano seguiti nelle forme più idonee per il superamento dell’Università o per l’inserimento al lavoro. Ecco perché il progetto è denominato “scuola per la vita”. Esperti della scuola ed esperti nel campo dell’ascolto dei ragazzi sono attivi sul progetto che è diretto dal dott. Giovanni Polliani, già insegnante e dirigente scolastico che mette a disposizione degli alunni più bisognosi le competenze acquisite in tutti gli anni in cui ha fatto l’insegnante e l’ educatore.

Nell’anno scolastico  2016/2017 il progetto è stato realizzato in Partenariato con Rires, associazione che fa riferimento al Dipartimento di Psicologia  dell’Università Cattolica di Milano. Responsabile scientifica di progetto è stata la prof.ssa Cristina Castelli. Il  dott. Matteo Fosso ha coordinato lo sportello di  ascolto degli alunni  del progetto. Hanno partecipato 2 scuole medie: Scuola media di Via Maffucci 60  e Scuola media Falcone – Borsellino di Viale Sarca 24. Il municipio 9 ha concesso il Patrocinio ed  ha sostenuto con convinzione la realizzazione del progetto accogliendo nella sala consigliare il seminario di  valutazione di progetto e la mostra fotografica. L’assessorato Educazione del Comune di Milano e la vice presidente del Consiglio Comunale hanno promosso il Seminario conclusivo di progetto a Palazzo Marino e la mostra fotografica a livello cittadino.

Nell’anno scolastico  2017/2018 il progetto è proseguito e si è allargato con la partecipazione di un nuovo Istituto, il professionale Marelli  di Via Livigno –Milano Il progetto ha visto una crescita esponenziale degli alunni partecipanti  fino quasi a triplicare il numero dell’anno precedente. Il  Municipio 9 ha concesso di nuovo il Patrocinio. Partner in questo anno  è  la cattedra di pedagogia interculturale dell’Università Bicocca. La Professoressa Mariangela Giusti ha assunto il coordinamento scientifico coadiuvata nella  parte operativa della prof.ssa  Miriam Olivi. Il  dott. Giovanni Polliani  ha continuato ad assolvere il compito di  coordinatore di progetto.

Ogni individuo ha diritto alla libertà e sicurezza.

(Art. 6 Carta dei diritti  del cittadino europeo)